Evento Speciale Fuori Programma. IL MAUSOLEO DI MONTE DEL GRANO. Domenica 4 Giugno ore 11.15. Ingresso Gratuito per i residenti

Il mausoleo, conosciuto sin dal medioevo con il nome di Monte del Grano per la sua forma di moggio di grano rovesciato, è celato sotto una collinetta di alberi di olivo nel parco pubblico di piazza dei Tribuni.
L’accesso avviene attualmente attraverso un portale che  immette in un corridoio rivestito di mattoni lungo 21 metri, coperto da una volta a botte, e nella camera sepolcrale a pianta circolare coperta a cupola. Grandi blocchi di travertino alla base dei muri perimetrali indicano il livello del pavimento antico. Due lucernari obliqui assicuravano l’areazione e l’illuminazione del corridoio e della cella.

Da questo sepolcro, secondo l’umanista Flaminio Vacca , nel 1500 venne estratto il sarcofago di marmo, ora ai musei Capitolini, che sul coperchio a forma di letto raffigura due personaggi semidistesi identificati con l’imperatore Alessandro Severo (222-235 d.C.) e sua madre Giulia Mamea.

A questo imperatore, morto assassinato in Gallia, venne infatti dedicato un cenotafio nel luogo della sua morte e un grandioso sepolcro a Roma:  la monumentalità del mausoleo sembrano confermare l’alto rango del defunto e fanno ritenere probabile la sua appartenenza ad un membro della famiglia imperiale.

Un corridoio lungo 21 m. conduce alla camera sepolcrale di 10 metri di diametro coperta a volta, in antico divisa in due piani: una piccola stanza era ricavata nel piano superiore nel punto in cui il corridoio di accesso sbocca nella camera sepolcrale. L’areazione e l’illuminazione del sepolcro erano garantite da due lucernari obliqui.

Non è chiaro quale fosse l’aspetto esterno del sepolcro. Esso doveva essere sicuramente delimitato da un tamburo circolare costituito da blocchi di travertino, un cui filare è venuto alla luce durante scavi per la sistemazione del parco di Monte del Grano, che probabilmente sosteneva un tumulo troncoconico, ricoperto forse da vegetazione, secondo una consuetudine di derivazione ellenistica, il cui esempio più noto è il mausoleo di Augusto.

Da Mausoleo proviene inoltre il Vaso Portland, capolavoro dell’arte vetraria antica, oggi al British Museum

Nel Medioevo il mausoleo rimase compreso in una vasta tenuta, chiamata Casale delle Forme per la vicinanza agli acquedotti .Un’iscrizione, ora perduta, ricordava la costruzione sul monte, nel 1505, di una torre che rovinò nel gennaio del 1900 in seguito ad una bufera di vento.


Come solo a Roma può succedere, una luce sul passato si accende -inaspettata-fra i palazzi della moderna periferia, a ricordarci la straordinaria complessità del territorio della Città Eterna

 • ora dell’appuntamento: 11,15
• luogo: Piazza dei Tribuni – via Tuscolana

• durata della visita: 1.30 h

• biglietto d’ingresso: gratuito per i residenti

• costo della visita guidata: 10 €, ragazzi sotto i 18 anni 5€, gratuita per i bambini fino 10 anni
• supplemento auricolare se necessario: 1,50 € a persona

Per prenotazioni compilare il form sottostante

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...