L’area archeologica del Vicus Caprarius. Archeologia sotterranea a Fontana di Trevi. Domenica 18 febbraio, ore 16.30

Il quartiere romano del Vicus Caprarius è stato portato alla luce fra il 1999 ed il 2001 durante i lavori di ristrutturazione dell’ex Cinema Trevi. Il complesso edilizio di epoca neroniana (55-68 d.C.) è riferibile ad un caseggiato articolato in due edifici, che doveva estendersi su una superficie di oltre 2.000 metri quadri. Si tratta di un’insula che nel IV secolo fu trasformata in una lussuosa domus e di un secondo edificio che si articolava originariamente in due piani, per un’altezza complessiva di circa 11 metri. Esso doveva svolgere inizialmente una funzione pubblica.
A partire dall’età adrianea il complesso subì una  profonda trasformazione: i due ambienti più vicini al Vicus Caprarius furono infatti trasformati nei vani comunicanti di un unico grande serbatoio idrico, con capacità di circa 150.000 litri, sfruttando la vicinanza all’Acquedotto Vergine. Successivamente si sovrapposero i resti di un notevole insediamento di età medievale.
Un Antiquarium espone i reperti più significativi delle varie fasi.

Luogo dell’appuntamento: davanti alla cancellata della chiesa dei SS. Vincenzo e Anastasio a Piazza di Trevi

Ora dell’appuntamento: 16.30

Durata della visita: 1.30 h

Costo della visita guidata: €10,00 per gli adulti, €5,00 per ragazzi dai 15 ai 18 anni, gratuito sotto i 15 anni.

Costo del biglietto d’ingresso:  4,00 €

Supplemento auricolare se necessario: 1,50 € a persona

PER IL PROGRAMMA COMPLETO DI FEBBRAIO CLICCATE QUI

Per prenotazioni compilare il form sottostante

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...