LA PITTURA AUGUSTEA A ROMA al Museo Nazionale Romano Palazzo Massimo, Domenica 4 Febbraio ore 16.00. *Ingresso Gratuito*

Al Museo Nazionale Romano Palazzo Massimo sono conservati gli esempi più alti di pittura murale dell’età di Augusto provenienti da Roma e dall’area romana.
Durante gli scavi per la costruzione degli argini del Tevere, nel 1880, in via della Lungara, sotto l’attuale Villa Farnesina,  fu rinvenuta una sontuosa residenza dipinta la cui proprietà è molto verosimilmente da collegare ad Agrippa, generale, consigliere e genero di Augusto e alla figlia di quest’ultimo Giulia. Gli straordinari affreschi della villa, ambientati nel Museo nella ricostruzine tridimensionale degli ambienti della Villa, ci parlano di un’alta committenza imperiale e di maestranze specializzate con un linguaggio tutto teso alla celebrazione dei padroni di casa e della famiglia di Augusto

Anche lo stupefacente rigoglioso giardino dipinto che ricopriva le pareti un triclinio estivo semi ipogeo nella Villa suburbana di Livia Drusilla, moglie di Augusto, parla la grammatica della propaganda imperiale, riproponendo l’idea del “codice botanico” legato alla celebrazione dell’Età dell’Oro garantita dalla Pax Augustea che abbiamo già ammirato nell’Ara Pacis. Ancora una committenza imperiale eseguita da grandi pittori, probabilmente di origine greca. Anche questi affreschi sono ricostruiti nella loro volumetria originale con una illuminazione cangiante che ripropone quelle delle diverse ore del giorno


Nelle pitture del colombario proveniente dalla necropoli di Villa Doria Pamphilj, invece, i temi alti della pittura augustea vengono declinati con un accento popolare e “divulgativo”: la classe libertina del suburbio di Roma si adegua al linguaggio ufficiale adattandolo ad una committenza del tutto diversa da quella della grandi residenze ufficiali.

Ripercorreremo dunque la storia della pittura romana, ricordandone i diversi stili e sottolineeremo l’importanza dell’influenza della produzioni imperiali di area urbana su tutta la produzione pittorica anche fuori da Roma

LA VISITA SI TERRA’ SOLO AL RAGGIUNGIMENTO DEL NUMERO MINIMO DI 10 PARTECIPANTI

ora dell’appuntamento: 16.00
luogo: davanti al Museo, Largo di Villa Peretti, 1 (Termini)
durata della visita: 2 h
costo del biglietto d’ingresso: GRATUITO per “Domenica al Museo”
costo della visita guidata: 10 €, ragazzi sotto i 18 anni 5 €, gratuita per i bambini fino 10 anni
supplemento auricolare se necessario: 1,50 € a persona

PER  IL PROGRAMMA COMPLETO DI FEBBRAIO CLICCATE QUI

Per prenotazioni compilare il form sottostante

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...