La Letteratura dipinta. I Nazareni al Casino Giustiniani Massimo al Laterano. Domenica 29 Aprile, ore 10.30

Il Casino Giustiniani Massimo al Laterano è una villa secentesca il cui parco, prima degli imponenti interventi urbanistici della seconda metà dell’Ottocento, si estendeva tra le attuali via Merulana, via Tasso, viale Manzoni e piazza San Giovanni. Oggi lontana dai grandi circuiti turistici della Capitale, quasi defilata dietro all’imponente cattedrale lateranense, la palazzina fu fatta erigere dal marchese Vincenzo Giustiniani tra il 1605 e il 1618 come ritiro di campagna dove cercare svago e riposo, oltre che per ospitare la ricca collezione di antichità di famiglia.

Passata alla famiglia Massimo nel 1802, tra il 1817 e il 1829 le sale al pianterreno furono interamente decorate dai pittori Nazareni, dei quali costituiscono in assoluto una delle realizzazioni più importanti.

Il nome Nazareni venne dato ad un gruppo di pittori romantici tedeschi attivi a Roma all’inizio del XIX secolo, che stimolati inizialmente dalle teorie artistiche di Wilhelm August von Schlegel e di Wilhelm Heinrich Wackenroder, riunendosi in una Confraternita (Lukasbund, la Lega di San Luca) si ribellarono al classicismo accademico, aspirando ad un’arte rinnovata su basi religiose e patriottiche che stilisticamente assunse un carattere arcaicizzante, dato da un forte accento lineare e dall’uso del colore crudo, steso con pennellate uniformi. Lo stile, inoltre, si caratterizzò come una ricomposizione formale, quasi filologica, dello stile degli artisti quattrocenteschi italiani da Beato Angelico, Filippo Lippi, Luca Signorelli, Perugino, e soprattutto il primo Raffaello.

All’interno del Casino, essi diedero vita a una sintesi sublime della grande civiltà letteraria italiana, ad una sua sorprendente celebrazione attraverso vere e proprie citazioni visive delle opere ritenute più emblematiche: la Divina Commedia (Stanza di Dante), l’Orlando Furioso di Ariosto (stanza di Ariosto) e la Gerusalemme Liberata di Tasso (Stanza di Tasso).

Un viaggio affascinate attraverso pittura, poesia e musica in un ambiente intimo e raccolto, che non mancherà di sorprendervi

(La palazzina ospita dal 1948  la Delegazione per l’Italia della Custodia di Terra Santa)

PER IL PROGRAMMA COMPLETO DI APRILE CLICCATE QUI

LA VISITA SI TERRA’ SOLO AL RAGGIUNGIMENTO DEL NUMERO MINIMO DI 10 PARTECIPANTI

ora dell’appuntamento: 10.30

luogo: Via Matteo Boiardo, 16

durata della visita: 1.30 h

• costo del biglietto d’ingresso: GRATUITO

costo della visita guidata: 10 €, ragazzi sotto i 18 anni 5€, gratuita per i bambini fino 10 anni

costo degli auricolari se necessari: 1,50 € per tutti

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...