VILLA TORLONIA: IL CASINO NOBILE Domenica 27 Gennaio, ore 16.00. *Ingresso gratuito con la MIC Card*

nobile1

Dopo la Casina delle Civette, proponiamo un altro itinerario all’interno del complesso di Villa Torlonia: Il Casino Nobile.

Giovanni Torlonia, ottenuto il titolo di marchese nel 1797, acquistò nello stesso anno, per sancire la conquista del nuovo status, la Villa Colonna (già Pamphilj) sulla Nomentana. Giuseppe Valadier venne incaricato di sistemare la tenuta in modo da renderla all’altezza delle altre Ville principesche di Roma.
Tra il 1802 e il 1806 Valadier convertì l’edificio padronale in un elegante Palazzo, trasformò il piccolo casino Abbati in una palazzina assai più graziosa (l’attuale Casino dei Principi), edificò le Scuderie e un maestoso ingresso (demolito con l’ampliamento della Nomentana). Valadier si occupò anche della sistemazione del parco realizzando viali simmetrici, tra loro perpendicolari alla cui intersezione, in posizione centrale era posto il palazzo, con il prospetto settentrionale in asse con uno degli ingressi della villa sulla Nomentana. Numerose opere di arte classica, in gran parte scultoree, vennero acquistate per arredare la Villa.

Alla morte di Giovanni, il figlio Alessandro incaricò, nel 1832, Giovan Battista Caretti, architetto e pittore, di arricchire e ampliare la tenuta. L’archietto, tra il 1835 e il 1840 a  aggiunse il maestoso pronao della facciata. Oltre ad ampliare i vecchi edifici, assecondando il gusto eclettico del Principe, Caretti edificò anche alcune strutture a decorazione del parco: i Falsi Ruderi, il Tempio di Saturno, la Tribuna con Fontana, un Anfiteatro, il Caffe-house, la Cappella di S. Alessandro (quest’ultimi tre non più esistenti)., 

Me è l’interno che costituisce il più sontuoso e completo ciclo decorativo neoclassico conservato a Roma. L’attuale sistemazione, dopo decenni di abbandono, ha restituito l’assetto che aveva a metà Ottocento, con una profusione di elementi decorativi opera dei più noti artisti del tempo quali Bertel Thorvaldsen, Francesco PodestiFrancesco Coghetti, Luigi Fioroni, Piero Paoletti.

Attorno alla Sala da ballo, maestoso perno dell’edificio, caratterizzata da due “orchestre” per ospitare musicisti durante le feste dei Torlonia, sono disposte sale in stile negoticoneorinascimentale e neoclassico. Si tratta di un esempio unico per ricchezza e fastosità, che documenta la cultura artistica dell’epoca.

Sculture ed arredi sono state collocati nelle sale per ricreare l’ambiente di una residenza principesca dell’ottocento romano. Gli arredi (consolles, panche, specchiere, lampadari e tavolini ottocenteschi), hanno sostituito quelli originali purtroppo perduti, con l’unica eccezione dei mobili della camera da letto di Giovanni Torlonia decorata da Paoletti.

Percorrere ambienti come la Sala da Ballo, la Stanza Egizia, la Sala di Bacco ci permetterà di respirare ancora l’atmosfera della Villa come la respiravano gli ospiti del Principe quasi due secoli orsono.

ora dell’appuntamento: 16.00
luogo: Via Nomentana 70, ingresso Casino Nobile/biglietteria
durata della visita: 1.30 h ca.
biglietto d’ingresso: GRATUITO CON LA MIC CARD altrimenti Intero € 7,50 – Ridotto 6,50 ; Intero residenti* € 6,50 – Ridotto residenti* € 5,50
costo della visita guidata: 10 €, ragazzi sotto i 18 anni 5€, gratuita per i bambini fino 10 anni
supplemento auricolare se necessario: 1,50 a persona

PER IL PROGRAMMA COMPLETO DI GENNAIO CLICCATE QUI

Per prenotazioni compilare il form sottostante

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...