“Dottissimo infra tutti gli altri Maestri” Le Storie della Vergine nei mosaici absidali di Pietro Cavallini in Santa Maria in Trastevere (1296-1300). Sabato 9 gennaio, ore 15.00

Fu in Roma uno maestro el quale fu di detta Città; fu dottissimo infra tutti gli altri maestri […] fece istorie sono in santa Maria in Trastevere di musaico molto egregiamente, nella Cappella maggiore sei istorie. Ardirei a dire in muro non avere veduto di quella materia lavorare mai meglio. Lorenzo Ghiberti, Commentarii, 1452-1455

Quantum Romanae Petrus decus addidit Urbi / Pictura tantum dat Deus ipse polo
epitaffio della tomba di Pietro Cavallini in San Paolo fuori le Mura, oggi scomparsa

Pietro Cavallini (Petrus dictus Caballinus de Cerronibus, Roma, 1240-1330 ca.) è un stella di prima grandezza nel panorama della pittura medievale europea nonché il principale innovatore della tradizione della pittura romana nello scorcio del XIII secolo.

A lungo rimasto all’ombra di Giotto per un’errata e toscanocentrica interpretazione del Vasari che lo dice suo “discepolo”, mentre -essendo più anziano di 27 anni- il giovane maestro toscano lo ebbe piuttosto fra i sui modelli mentre lavoravano insieme nella grande impresa della Basilica di Assisi. Cavallini fu autore di un’arte nuova, dotta e ricercata che, partendo dai modelli bizantini, li superava nel senso di una ritrovata humanitas occidentale ispirata ai modelli classici, sensibile al linguaggio monumentale di artisti a lui coevi, come a Arnolfo di Cambio, con cui collaborò attivamente

Cavallini fu particolarmente attivo nel Trastevere: lavorò a Santa Cecilia (del suo lavoro qui rimane uno spettacolare, commovente frammento), a San Crisogono (opere del tutto perdute) e a Santa Maria in Trastevere.

oro.jpg

Qui nel 1296 (o secondo alcuni nei primi anni del 1300), su commissione del colto umanista Pietro di Bertoldo Stefaneschi (fratello dell’insigne cardinale Jacopo Stefaneschi  mecenate e protettore di Giotto in San Pietro), portò a termine un ciclo di sontuosi mosaici nel tamburo absidale, al di sotto di quelli del catino voluti da Innocenzo II nel 1143.

Nello splendore dell’oro, si narrano le STORIE DI MARIA, ispirate ai Vangeli Canonici così come a quelli Apocrifi, accompagnati da tre versi descrittivi in latino.

Ripensando alla appena trascorsa Epifania ci dedicheremo alla lettura della diverse Storie analizzando il potente e monumentale linguaggio cavalliniano, in bilico fra Oriente e Occidente.

ora dell’appuntamento: 15.00
luogo: piazza Santa Maria in Trastevere, davanti alla chiesa
durata della visita: 1.30 h ca
costo della visita guidata comprensivo dell’audioricevente sanificato obbligatorio e del comtributo per l’accensione delle luci: 13 €  

Le nostre attività sono organizzate nel pieno rispetto del DCPM 6 Novembre  2020 e dell’ Ordinanza del Presidente della Regione Lazio del 27 maggio 2020 n. Z00043 in materia di prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Che prevede: Uso di mascherina per guida e partecipanti. Ricorso frequente all’igiene delle mani. Rispetto delle regole di distanziamento fra i partecipanti (1 m). Numero limitato di partecipanti. Uso obbligatorio degli apparati audioriceventi, che ci verranno forniti sanificati e certificati. Conservazione degli elenchi dei partecipanti per 30 gg

Per prenotazioni compilare il form sottostante

One thought

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...