“Tanta seges turrium quot nulli hominum contigit enumerare”. LE TORRI DI ROMA. Storia, evoluzione e testimonianze di una tipologia edilizia medievale. Sabato 27 Febbraio, ore 15,30

Vehementius igitur admirandam censeo totius urbis inspectionem, ubi tanta seges turrium, tot aedificia palatiorum, quot nulli hominum contigit enumerare (Magister Gregorius, Narratio de Mirabilibus Urbis Romae, 1150 ca.

Alla metà del XII secolo Magister Gregorius di Oxford ci dice che il panorama di Roma era da ammirare per “una cosi grande messe di torri e palazzi che nessun uomo riuscirebbe a contarla“. A partire dal IX secolo fino al XIV Roma è caratterizzata da una tipologia edilizia che la accomuna ad altre città italiane, tanto che la Roma turrita diviene l’emblema dell’Italia tutta negli affreschi di Cimabue nella Basilica superiore di Assisi datati fra il 1277-1283.

Oltre trecento torri, ma il Gregorovius arriva a ipotizzarne 900, comprese quelle delle mura. La costruzione di una torre era un privilegio consentito soltanto all’aristocrazia, in quanto simbolo del diritto feudale; e la casatorre divenne il modello d’abitazione più diffuso per la nobiltà, evolvendosi da un’architettura specificatamente militare. Solo con il sec. XV le torri andarono scomparendo, con l’affermarsi della tipologia del palazzo. Delle centinaia di torri attestate a Roma in età medievale, ne sono rimaste una cinquantina: alcune piuttosto famose perché isolate e ben visibili, la maggior parte invece sconosciute, inglobate in edifici posteriori o mimetizzate tra le costruzioni che ad esse si sono addossate.

Nella nostra visita andremo alla ricerca di ciò che rimane di questa tipologia edilizia nel tessuto della città, scoprendo alcuni degli episodi più evidenti e monumentali: partendo dalle Torri dei Capocci e dei Graziani sull’Esquilino per arrivare alle Torre delle Milizie e alla Torre Colonna in via IV novembre ne ripercorreremo la storia e l’evoluzione, evidenziando il cambio di uso e carattere nel corso dei secoli.

appuntamento ore: 15.30
luogo: Piazza di San Martino ai Monti, sotto la Torre
durata della visita: 2 h 
costo della visita guidata comprensivo dell’auricolare sanificato obbligatorio: 12 €

Le nostre attività sono organizzate nel pieno rispetto del DCPM 6 Novembre  2020 e dell’ Ordinanza del Presidente della Regione Lazio del 27 maggio 2020 n. Z00043 in materia di prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Che prevede: Uso di mascherina per guida e partecipanti. Ricorso frequente all’igiene delle mani. Rispetto delle regole di distanziamento fra i partecipanti (1 m). Numero limitato di partecipanti. Uso obbligatorio degli apparati audioriceventi, che ci verranno forniti sanificati e certificati. Conservazione degli elenchi dei partecipanti per 30 gg

Per prenotazioni compilare il form sottostante

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...