AQUA VIRGO. Il percorso urbano dell’Acquedotto Vergine dal Pincio a Fontana di Trevi. Con visita della nuova area archeologica multimediale della Rinascente in Via del Tritone. Domenica 14 Marzo, ore 10.30

Il già ricchissimo patrimonio archeologico del centro storico di Roma si è arricchito di un nuovo straordinario sito. I lavori di ristrutturazione dell’immobile della nuova Rinascente in via del Tritone hanno riportato alla luce circa 4000 mq del quartiere antico che si estendeva fra Pincio e Quirinale. Domus, balnea, sepolcri, strade basolate (fra le quali un diverticolo della Via Salaria Vetus) e soprattutto 15 arcate perfettamente conservate dell’Acquedotto Vergine.

L’Acquedotto Vergine (Aqua Virgo) è l’unico degli undici principali acquedotti di Roma antica rimasto ininterrottamente in funzione sino ai nostri giorni alimentando le fontane della città barocca, tra cui Fontana di Trevi che ne rappresenta la mostra monumentale.

Inaugurato nel 19 a.C. da Agrippa, genero dell’imperatore Augusto, trae probabilmente il nome dalla purezza e freschezza delle sue acque anche se una suggestiva leggenda lo fa risalire alla fanciulla che indicò il luogo delle sorgenti ai soldati incaricati della ricerca.

L’Aqua Virgo aveva origine da sorgenti poste nell’Agro Lucullano, presso l’VIII miglio della via Collatina, nell’attuale località di Salone, e terminava in Campo Marzio dopo un percorso prevalentemente sotterraneo di oltre 20 chilometri,  l’Aqua Virgo si dirigeva verso la Nomentana e la Salaria quindi, piegando verso sud, attraversava le zone di Villa Ada e dei Parioli, passando sotto il ninfeo di Villa Giulia, ed entrava in città in prossimità del Muro Torto, sul Pincio.

Seguiremo il percorso dell’Acquedotto partendo proprio dal Pincio, dove in corrispondenza dello spigolo est di Villa Medici è l’accesso ad un luogo particolarmente suggestivo per le sue caratteristiche costruttive: si tratta della famosa “chiocciola”, un pozzo cilindrico profondo 25 metri, all’interno del quale è stata costruita una scala a chiocciola in muratura che permette di raggiungere la grotta dell’antico acquedotto Vergine.

Visiteremo l’area archeologica multimediale nel piano interrato della Rinascente facendovi rivivere l’avventura di una lettura stratigrafica di un complesso cantiere di archeologia urbana.

Visiteremo inoltre i resti dell’acquedotto conservati in via del Nazareno che presentano ancora l’iscrizione del restauro da parte dell’imperatore Claudio del 46 d.C. e che assumeranno un nuovo senso proprio alla luce  delle recenti scoperte.

E chiuderemo il percorso presso la Fontana di Trevi, luogo simbolo di Roma, dove la storia e la tradizione, la leggenda e la verità storica, l’antico e il moderno si fondono come solo a Roma può accadere.

• ora dell’appuntamento: 10.30
luogo: Piazza della Trinità dei Monti sotto l’obelisco
• durata della visita: 2 h
• costo della visita guidata comprensivo dell’auricolare sanificato obbligatorio: 12 €

Le nostre attività sono organizzate nel pieno rispetto del DCPM 6 Novembre  2020 e dell’ Ordinanza del Presidente della Regione Lazio del 27 maggio 2020 n. Z00043 in materia di prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Che prevede: Uso di mascherina per guida e partecipanti. Ricorso frequente all’igiene delle mani. Rispetto delle regole di distanziamento fra i partecipanti (1 m). Numero limitato di partecipanti. Uso obbligatorio degli apparati audioriceventi, che ci verranno forniti sanificati e certificati. Conservazione degli elenchi dei partecipanti per 30 gg

Per prenotazioni compilare il form sottostante

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...