*Passeggiata serale* FRA L’ISOLA TIBERINA E IL GHETTO. Un percorso fra Storia e Tradizione. Venerdì 2 Luglio ore 20.30

Dopo il restauro il complesso monumentale del Portico d’Ottavia appare ora in tutto il suo splendore, con le fasi edilizie perfettamente leggibili e la grande iscrizione imperiale ancora con le lettere dipinte di rosso
La restituzione al pubblico di questo importante monumento sarà lo spunto per questa passeggiata serale. 

La passeggiata prenderà il via dall’Isola Tiberina, luogo dall’origine mitica e sede di culti antichissimi il cui carattere salutare è perpetuato nella presenza dello storico Ospedale dei Fatebenefratelli. Il tempio di Esculapio, divinità salutifera, viene fondato nel 289 a.C. nella parte meridionale dell’Isola e ad esso si verranno aggiungere, nel corso del tempo, altri edifici sacri come i templi dedicati a Fauno e Veiove, a Iuppiter Iurarius (Giove dei Giuramenti), a Tiberino e Gaia e a Bellona. Sopra il tempio di Esculapio venne fondata, nel X secolo, la Basilica di San Bartolomeo, su quello di Iuppiter Iurarius la chiesa di San Giovanni Calibita (870) mentre la fondazione nel 1583 dell’Ospedale dei Fatebenefratelli perpetua in età moderna la vocazione salutifera dell’Isola.


Attraverso l’antico Ponte Fabricio costruito nel 63 a.C. dal curator Lucius Fabricius e restaurato nel 23 a.C. raggiungeremo l’area del Ghetto Ebraico.  Il percorso in quest’area della città, corrispondente alla porzione Meridionale del Campo Marzio e interessata dalla presenza del Circo Flaminio, conserva importanti testimonianze di epoca romana, che portano principalmente l’impronta di Augusto. Vedremo il Teatro di Marcello, inaugurato nel 13 a.C. da Augusto in onore del nipote Marco Claudio Marcello, l’adiacente Tempio di Apollo Sosiano, di origine antichissima (431 a.C.) che fu ricostruito proprio sotto Augusto (34 a.C.) e a lui dedicato.
Ci muoveremo poi all’interno del Ghetto creato nel 1555 da papa Paolo IV Carafa, il più antico Ghetto Ebraico dopo quello di Venezia, ripercorrendone la storia e considerando i principali edifici delle varie epoche che vi sorgono Fra questo la fa sicuramente da padrone appunto il Portico di Ottavia  ricostruito fra il 27 ed il 23 a.C. da Ottaviano che lo dedicò alla sorella; e poi la Sinagoga o Tempio Maggiore, fra le più grandi sinagoghe europee costruita fra il 1901 ed 1904; la straordinaria casa rinascimentale di Lorenzo Manili, la cui facciata è concepita come un vero e proprio omaggio a Roma Antica.

La passeggiata sarà anche l’occasione per ricostruire gli aspetti di un rapporto oggi irrimediabilmente perduto: quello di Roma con il “fiume sacro ai suoi destini”.

Le nostre attività in ZONA BIANCA prevedono l’uso obbligatorio di audioriceventi sanificati e della mascherina nei momenti e nei punti dove non sia possibile mantenere la distanza interpersonale di almeno 1 metro: vi invitiamo a portarla con voi.

  • ora dell’appuntamento: 20.30
  • luogo: Isola Tiberina, davanti alla chiesa di San Bartolomeo
  • durata della visita: 2.00 h c.a.
  • costo della visita guidata comprensiva dell’audioricevente sanificato obbligatori: 12€,

Per prenotazioni compilare il form sottostante

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...