VILLA TORLONIA: il TEATRO TORLONIA e il PARCO ALL’INGLESE Evento Speciale a numero chiuso (solo 9 persone a turno) in collaborazione con il Teatro di Roma con visita-spettacolo drammatizzata “Il Teatro dell’Amore e del Potere”. Sabato 18 Settembre, ore 10.15 e Domenica 19 ore 15.15

torl

Con questa iniziativa  riprendiamo alla nostra collaborazione con il Teatro di Roma.  Una visita guidata che culminerà in una visita-spettacolo drammatizzata in cui i luoghi storici che andremo a conoscere saranno attraversati da attori che faranno rivivere i personaggi che di quei luoghi sono stati i protagonisti.

Vi abbiamo già fatto conoscere Villa Torlonia, raccontandovi la sontuosità neoclassica del Casino Nobile e le affascinanti atmosfere della Casina delle Civette. Questa volta vi porteremo a conoscere il meraviglioso Teatro Torlonia, recentemente restaurato e riportato all’antico splendore, e la geografia del vasto Parco della Villa.

2019-03-25 (2)Il  Teatro delle Villa fu commissionato dal Principe Alessandro Torlonia che ne progettò un uso sia pubblico che privato: ideato dall’architetto Quintiliano Raimondi il teatro fu iniziato nel 1841, a seguito delle nozze fra Alessandro Torlonia e Teresa Colonna e completato solamente nel 1874. I lavori furono interrotti prima per la morte di Raimondi e poi per i gravi problemi di salute di  Teresa, mentre la conclusione degli stessi fu legata ad una serie di felici eventi: nel 1872 si celebrarono le nozze fra l’unica figlia di Alessandro e Teresa, Anna Maria e Giulio Borghese e nel 1873 la nascita del loro figlio Giovanni a cui si dovrà poi la Casina delle Civette      

stemma
Alessandro Torlonia e Teresa Colonna. Lo stemma congiunto delle due famiglie all’ingresso del Teatro

Il risultato è uno spettacolare, sontuoso e monumentale Teatro di Corte che all’impianto generale del cosiddetto Teatro all’Italiana unisce lo schema elaborato nell’Ottocento in Francia, in cui gli ambienti di rappresentanza assumono maggiore rilievo rispetto al palcoscenico. Oltre alla sala teatrale, infatti, vi sono due appartamenti laterali, da utilizzare  durante le pause degli spettacoli, che potevano formare un unico livello quando il palcoscenico, attraverso un sofisticato meccanismo, veniva fatto salire di quota.

L’apparato decorativo interno è opera di diverse mani. Il protagonista assoluto della decorazione degli appartamenti fu Costantino Brumidi fra il 1844 e 1845 (nel 1849, Brumidi, coinvolto nelle vicende della Repubblica Romana, fu costretto ad emigrare negli Stati Uniti, dove introdusse la tecnica dell’affresco e ottenne la commissione per decorare la cupola del Campidoglio di Washington) cui si devono anche le decorazioni a finti palchi affollati di personaggi ai lati del palcoscenico. L’autore delle lussuose decorazioni della volta e della galleria del palcoscenico rimane ad oggi anonimo, mentre alla scuola di Thorvaldsen si devono le statue in gesso delle gallerie.

Con la visita-spettacolo drammatizzata percorreremo gli appartamenti sontuosamente decorati e recentemente restaurati e portati all’antico splendore ed entreremo nella magnifica sala teatrale sempre accompagnati da un attore-Virgilio che ci presenterà i diversi protagonisti della vicenda del Teatro che prenderanno vita davanti ai nostri occhi.

La visita sarà completata da un percorso nel Parco della Villa: un notevole esempio di  giardino strutturato, progettato inizialmente da Valadier e successivamente ampliato da Giuseppe Jappelli, paesaggista, con percorsi liberi e sinuosi, disseminati di fantasiose costruzioni esotiche, che conferiscono al paesaggio un’immagine romantica, riferibile alla tipologia all’inglese. Ma che è anche una sorta di Geografia della storia della Famiglia Torlonia, delle sue scelte ed anche dei suoi affetti.

Con riferimento al DL 23 luglio 2021 n. 105 e alle indicazioni del Ministero della Salute, per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid19 a partire dal 6 agosto l’accesso a musei, ai siti archeologici e ai luoghi della cultura  e alle mostre è consentito esclusivamente ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi Covid19 Green Pass (in formato digitale o cartaceo) in grado di attestare – unitamente ad un documento di identità in corso di validità:
– di aver fatto almeno una dose di vaccino
– essere risultati negativi a un tampone molecolare o rapido nelle ultime 48 ore
– essere guariti da Covid19 nei sei mesi precedenti.

ora dell’appuntamento: 10.00 il 18 settembre, 16.00 il 19 settembre
luogo: Via Nomentana 70, sotto l’obelisco
durata della visita: 2 h

costo della visita guidata comprensivo del biglietto per lo spettacolo e degli auricolari sanificati: 23 €

Per prenotazioni compilare il form sottostante

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...